Autobahn kirche

Wilnsdorf (D)
autobahn kirche
27
Lug

Edificio religioso in Germania

Le aree di servizio delle autostrade sono luoghi con messaggi inequivocabilmente diretti, in cui cartelli dalle grandi dimensioni indicano dove fare rifornimento carburante, dove mangiare, dove dormire e, ogni tanto, dove trovare una sala giochi, perlomeno in Germania. Sono come delle piccole città, ma senza tutte quelle sfumature che caratterizzano ogni agglomerato urbano, senza spazi per un raccoglimento tranquillo o per la preghiera, in generale senza “begli” spazi. La piccola chiesa autostradale di Wilnsdorf, lungo l’autostrada A 45, offre l’opportunità di soddisfare queste esigenze spirituali fondamentali in un luogo dove sono forse più carenti. Ma affinché un edificio sia d’impatto in un ambiente come quello delle stazioni di servizio, è necessario che esso parli lo stesso linguaggio diretto, per lo meno esternamente.

Per questo motivo gli architetti hanno convertito tridimensionalmente il pittogramma della chiesa in maniera tale che la forma che ne è uscita si presenta, sia dall’autostrada sia dalla stazione di servizio, come la bianca silhouette stilizzata di una tradizionale chiesa di paese. E anche se la forma esteriore appare estremamente astratta, essa sembra dire, in un modo immediato e diretto: “Sono una chiesa!”.

Progettata dallo studio schneider + schumacher di Francoforte sul Meno, la costruzione della chiesa autostradale cristiana ecumenica è stata resa possibile dalle numerose donazioni. I lavori sono iniziati nel marzo 2011 a partire dalla platea di fondazione in calcestruzzo sulla quale è stata innalzata la struttura portante in legno.

La chiesa sembra crescere dalla collina e i visitatori vi accedono tramite una passerella sopraelevata che porta a un ingresso coperto. Una volta all’interno, contrariamente alle aspettative suscitate dagli esterni, l’esito formale si rivela una sorpresa, grazie all’intersezione della pianta quadrata con la cupola tonda interna, che forma delle aree ai margini, delle zone libere oltre il limite visivo dei visitatori, utilizzate come sagrestia o pertinenze.

La struttura nervata della volta è costituita da 66 elementi lignei autoportanti, mentre le pareti esterne e la copertura sono realizzate con un sistema in legno del tipo Fachwerk, cioè a travi e montanti, isolate internamente e rivestite con pannelli OSB. (…)

⇒ il progetto completo è pubblicato sul numero 16 di legnoarchitettura

foto | Helen Shiffer