MATRYOSHKA HOUSE

Anversa (B)
9
Lug

Una casa a schiera ad Anversa

È una piccola casa a schiera di città, la Matrioska House di Anversa, scherzosamente soprannominata così perché si compone di una casa in legno (nuova) costruita all’interno di una struttura di mattoni (vecchia). Il committente aveva acquistato l’edificio, adiacente alla sua abitazione, per aumentarne la metratura e realizzare un garage.

L’idea della casa nella casa è stata dello studio Bill della città belga il quale, in seguito all’analisi della struttura esistente e in combinazione con i desideri del cliente, ha proposto una costruzione in legno da realizzarsi all’interno delle facciate in mattoni esistenti.
Al piano terra dell’ampliamento c’è un posto auto coperto, al primo piano due camere da letto e al piano superiore una nuova terrazza, che si affaccia a sud.

Per unire esteticamente le due unità all’esterno – l’abitazione principale e l’ampliamento – le facciate sono state dipinte di nero e un giardino verticale le ricoprirà in futuro.
La nuova struttura in legno è rivestita in gomma nella parte a contatto con la muratura in mattoni e in legno all’interno. I mattoni esistenti delle vecchie facciate rimangono, in alcune parti, visibili dall’interno: la vecchia generazione ospita la nuova!

Tutti i solai esistenti dell’edificio, compreso quello del tetto, sono stati demoliti e sono rimaste solo le facciate esterne in mattoni, opportunamente rinforzate. In questo guscio è stato quindi eretta una struttura in telaio di legno autoportante. Barriere a tenuta d’aria e membrane impermeabilizzanti assicurano che la costruzione e l’isolamento rimangano asciutti e performanti. Particolare attenzione è stata posta alla copertura, tramite il rivestimento di gomma nera incollata su una pannellatura in OSB, per dare uniformità cromatica agli esterni. Mentre all’interno la continuità è data dal rivestimento con pannelli impiallacciati di betulla posati su tavole di legno, sia per le parti verticali che per quelle orizzontali.

foto | Stijn Bollaert

⇒ il progetto completo è pubblicato sul numero 19 di legnoarchitettura

Lascia un commento