legnoarchitettura – il modo migliore per conoscere l'architettura in legno

Rinascere tra pietra e legno

redazione
In un territorio come quello italiano dove l’edilizia soggetta a vincoli paesaggistici e ambientali rappresenta una percentuale discreta del patrimonio costruito, conservare i caratteri tipologici dell’architettura, risanare la struttura esistente e rendere contemporaneo un edificio ultracentenario potrebbe sembrare una prassi consolidata. Tuttavia ogni progetto di recupero necessita di cure particolari e specifiche, sia in fase progettuale che di realizzazione, come la riqualificazione e la conservazione del piccolo fabbricato rurale tutelato, oggetto di questo approfondimento, dove il legno diventa il partner ideale della pietra. I due materiali dialogano continuamente per realizzare una casa di vacanza che, immersa nei boschi, si riappropria di tutte le forme tipologiche e vernacolari dell’architettura montana.

Come le ali di un’aquila

redazione
Possono un dipinto e un mito degli Aborigeni influenzare l’architettura e la struttura di un’edificio? La risposta è affermativa se facciamo riferimento a Bunjil Place, un centro civico e culturale che sorge a Casey, città in grande espansione vicino a Melbourne. Il suo spettacolare atrio di ingresso centrale, attorno al quale si dispongono gli spazi – esplicito riferimento al concetto espresso nel quadro sopra citato –, si caratterizza per un soffitto a griglia lamellare di legno, un reticolo che sembra liquefarsi toccando il pavimento, come la mitologica aquila Bunjil che si appresta a planare a terra distendendo le ali verso l’alto. L’imponente struttura in legno – la prima con questa geometria complessa in Australia – diventa lo spazio della comunità dove si condividono esperienze culturali e artistiche o, semplicemente, si lavora assieme, come hanno fatto gli architetti di FJMT che hanno attivamente collaborato con i committenti, gli strutturisti e i produttori.

La casa degli elefanti dello Zoo di Zurigo

redazione
È un edificio inusuale quello che ospita da giugno 2014 gli elefanti dello Zoo di Zurigo, all’interno del parco dal nome esotico di “Kaeng Krachan” a loro dedicato, tailandese come i suoi abitanti dalla lunga proboscide. Ciò che maggiormente caratterizza l’edificio è la sua copertura a calotta appiattita da più di 6000 m2 di superficie, con luci fino a 85 m, e realizzata con pannelli multistrato in legno, collegati tra di loro con quasi mezzo milione di elementi metallici; le numerose e irregolari aperture sono state ritagliate in un momento successivo. Per i committenti – lo Zoo di Zurigo – era importante che l’edificio si inserisse nell’ambiente boschivo circostante nel modo più naturale possibile, organizzando al contempo i diversi spazi nonché i vari percorsi dei visitatori in modo funzionale. Il concorso, organizzato allo scopo nel 2008, è stato vinto dall’architetto zurighese Markus Schietsch assieme all’architetto del paesaggio Lorenz Eugster. Lo studio di Markus Schietsch ha seguito la realizzazione del progetto assieme agli ingegneri dello studio Walt+Galmarini AG di Zurigo.

Un tetto in legno per il calcio

redazione
Il nuovo centro calcistico di Montréal, nella zona di riqualificazione urbana del Miron Quarry, dispone di due campi da calcio, uno esterno e uno interno, frutto del progetto vincitore del concorso indetto dalla città canadese e vinto dagli studi di architettura di Saucier+Perrotte e HCMA architects. La copertura del campo interno è concepita come uno strato minerale che richiama la geologia del sito. Un tetto continuo che inizia, a sbalzo, sulla zona d’entrata, copre il campo interno e finisce piegandosi e stendendosi fino a diventare tribune per gli spettatori del campo esterno. Unica nel suo genere, la struttura della copertura in legno lamellare e CLT appare come un intricato reticolo di travi che è il risultato di molti calcoli e prove di laboratorio da parte degli ingegneri di Nordic Structures, la ditta che lo ha realizzato.

Biodiversità e legno

redazione
Un progetto strutturalmente impegnativo quello per il Biodiversum della lussemburghese Remerschen, un Centro Visite dedicato alla biodiversità della zona che è stato anche insignito dell’Holzbaupreis Eifel 2016 e del Luxembourg Design Award 2017. Un mix tra museo ed edificio scolastico che si confronta con questioni ecologiche e di conservazione del patrimonio naturale, progettato dallo studio locale VALENTINY hvp architects con il supporto e l’esperienza del prof. Julius Natterer per la realizzazione della complessa struttura lignea portante, che esalta la naturalità del luogo e le infinite possibilità ingegneristiche offerte dal legno. L’edificio, progettato secondo il principio cradle-to-cradle, ha rinunciato a qualsiasi tipo di colla, utilizzando viti sia per i solai Brettstapel sia per la rete autoportante romboidale di lamelle di legno.

Legno ad alta velocità

redazione
Il nuovo hub intermodale di Lorient-Bretagne Sud, con la sua massiccia struttura in legno e acciaio, conferisce un aspetto del tutto nuovo all’architettura tipica delle stazioni ferroviarie. Costituito da un terminal passeggeri a sud e da un ponte coperto che attraversa i binari ferroviari verso nord, l’intero complesso finisce per collegare le due parti della città, distinguendosi grazie ai suoi imponenti portali in legno lamellare di abete Douglas, alti 12 metri, che richiamano, nella forma e nel materiale, la tradizione architettonica e navale della città bretone.

Un tetto a cascata

redazione
I 100 metri di lunghezza per 30 di profondità del tetto sono la parte più sorprendente della nuova struttura d’ingresso del Keukenhof, nella cittadina di Lisse, un parco olandese noto soprattutto per le sue spettacolari fioriture primaverili...

Idrogel per il raffrescamento

redazione
Da una ricerca dell’Istituto di Architettura Avanzata di Cataogna nasce un’idroceramica in argilla e sfere di idrogel che, applicata come rivestimento esterno di un edificio e adattabile alla forma dell’involucro, ne consente il raffrescamento passivo....

Schiuma di legno isolante

redazione
In Germania, alcuni ricercatori hanno sviluppato una schiuma isolante in legno, ecologica e riciclabile con l’auspicio che il nuovo materiale possa sostituire in futuro le schiume tradizionali a base di sostanze petrolchimiche...

“Alghe” per l’isolamento termico

redazione
Un’idea nata per caso, durante una vacanza sulle coste spagnole del Mediterraneo, ha portato all’ideazione di un materiale isolante di origine naturale al 100%, dalle pregevoli caratteristiche come l’ottima reazione al fuoco e la possibilità di smaltimento senza produzione di rifiuti...

Un palazzetto dello sport in bambù

redazione
Calcetto, pallacanestro, pallavolo, badminton, un palco mobile per spettacoli teatrali e spazio per 300 studenti sono le possibilità che offre il nuovo palazzetto dello sport della Panyaden International School di Chiang Mai, nel nord della Tailandia, totalmente in bambù...

Il sistema S.A.L.E. per il monitoraggio

Marco Luchetti, Alberto Cavalli
Nell’ambito del protocollo S.A.L.E., Assolegno ha sviluppato di concerto con Conlegno (Consorzio Servizi Legno Sughero) e LogicaH&S (società specializzata nel campo dei controlli di processo e dei dispositivi di rilevazione e misura) un sofisticato sistema di monitoraggio per gli edifici in legno volto al controllo nel tempo del contenuto di umidità degli elementi strutturali...

Brock Commons: un ibrido di 18 piani

E' attualmente il più alto edificio al mondo realizzato con struttura ibrida in legno. Costruito dalla British Columbia University di Vancouver, lo studentato è un edificio innovativo e dimostrativo, ma che utilizza soluzioni disponibili e collaudate...

Housing sociale in legno

Dallo studio di sistemi e prodotti in legno, utilizzati per alcuni interventi di social housing in Europa, un insieme di informazioni tecniche e di indirizzo dirette alle PPAA, progettisti, imprenditori impegnati nella promozione ed attuazione di interventi di edilizia sociale...

Timber Wave

La struttura in legno della Timber Wave è un’opera speciale: un virtuosismo architettonico, una sperimentazione delle potenzialità della progettazione con il legno e vetrina dell’essenza legnosa utilizzata, la quercia rossa americana...

The Wish List

Un’installazione di grande impatto per rispondere alla domanda “Che cosa avresti sempre voluto a casa tua ma non sei mai riuscito a trovare?”. La sfida: produrre gli oggetti desiderati in legno di latifoglie americane, per dimostrarne versatilità e varietà di risultati...

Il progetto Mob:oM

Un modulo in legno facilmente trasportabile, aggregabile e smontabile in grado di rispondere a diverse esigenze d’uso: eventi temporanei, fiere, residenze turistiche e di emergenza, stands espositivi e utenze variabili...

Endesa Pavilion

Realizzato in legno secondo un approccio multiscala e parametrico, Endesa Pavilion è un prototipo solare autosufficiente ad alta efficienza energetica, utilizzato per monitorare e collaudare alcuni progetti correlati alla gestione intelligente dell’energia...

Endless Stair

Un progetto di ricerca per testare una nuova tecnologia del legno, il Cross Laminated Timber realizzato con latifoglie, punto di partenza per effettuare la prima analisi scientifica sul ciclo di vita di una struttura in legno...

Life Cycle Tower One

Il sistema costruttivo applicato come prototipo dimostrativo a scala reale nell’edificio LCT One nasce appositamente per la realizzazione di edifici alti e costituisce allo stesso tempo una sfida alle soluzioni tradizionali e una proposta visionaria per le città del futuro...

Il legno: equilibrista per natura

Da cinque anni in Ungheria ogni estate viene organizzata una settimana dedicata al legno, in particolare alla realizzazione di opere d’arte, strutture architettoniche, oggetti, concept spaziali che mettono in evidenza tutte le caratteristiche fisiche e meccaniche di tale materiale...

Un padiglione di legno cucito

L’Università di Stoccarda ha realizzato, nell'aprile 2016, un nuovo padiglione di ricerca che impiega la cucitura per l’assemblaggio e l’unione degli elementi lignei tridimensionali, dimostrando come tecniche tessili e processi di fabbricazione robotizzati possano essere combinati e utilizzati in strutture leggere...

Super tall timber project

Con i suoi 80 piani, la Oakwood Tower, collocata nel Barbican di Londra, fa parte del Super Tall Timber Project, risultato delle ricerche di un team guidato dal Centre for Natural Material Innovation (NMI) dell’Università di Cambridge e dagli studi londinesi PLP Architecture e Smith and Wallwork engineers...