Tower House

Alphington VIC (AU)
tower house
21
Lug

Edilizia residenziale in Australia

Una casa ormai piccola per venire incontro alle necessità dei suoi abitanti – una coppia con due figli gemelli di 8 anni, in un sobborgo a nord-est di Melbourne – è stato il punto di partenza dello studio Maynard Architects. La richiesta dei committenti era quella di creare un’abitazione, ampliando quella esistente, che mettesse assieme comunità, arte e natura: una richiesta impegnativa, che ha portato lo studio a progettare dei volumi che potessero essere scambiati per un gruppo di piccoli edifici, come se fosse un villaggio.

150119-tower-house-07760779

Adattandosi al contesto residenziale suburbano che, a parte qualche eccezione, è fatto di piccoli edifici, i progettisti hanno pensato di creare una serie di piccole strutture adeguate alla scala delle costruzioni circostanti ma che sviluppano all’interno grandi spazi connessi tra di loro.

150119-tower-house-0583

L’ampliamento si stacca dalla vecchia abitazione anche per la finitura esterna; al posto di mattoni e tavole scure un rivestimento in scandole sui fronti a timpano e lamiera corrugata sugli altri due lati e il tetto. Il rivestimento metallico sottolinea proprio l’attenzione alla cosiddetta ‘quinta facciata’, poiché oggi, secondo le considerazioni dell’architetto, grazie a Google Earth, i nostri edifici sono accessibili a tutti, mostrando di sé proprio la chiusura superiore.

150119-tower-house-18821885

I diversi volumi sono stati realizzati con un telaio di legno in opera, com’è nella tradizione costruttiva australiana; tutti hanno un unico piano, tranne quello della ‘torre’ dei ragazzi, che ne ha due.

150119-tower-house-1741

La casa è pensata in divenire, sulla base anche delle esigenze della famiglia. Può essere suddivisa in due zone separate con entrate distinte e, grazie a pannelli scorrevoli nascosti, si possono trasformare anche gli spazi dell’abitazione originaria. Elemento d’unione dei vari corpi è l’orto-giardino che i proprietari hanno voluto accessibile a tutto il vicinato. Chi vuole può passare a dare una mano o semplicemente a godersi il verde in compagnia. Pubblico e privato convivono favorendo il senso di comunità.

150119-tower-house-2308

Poiché la sostenibilità era uno dei requisiti dei committenti, i progettisti hanno cercato di ottimizzare l’edificio soprattutto dal punto di vista del risparmio energetico: buona coibentazione, aperture ottimizzate per i guadagni solari passivi mentre l’aria condizionata risulta inutile grazie agli ombreggiamenti e alla ventilazione naturale passante. Completano il tutto le vasche per la raccolta dell’acqua.

foto | Peter Bennetts Photographer

⇒ il progetto completo è pubblicato sul numero 22 di legnoarchitettura

Lascia un commento