Tre residenze in Alto Adige

Novacella (BZ)
residenze a novacella
7
Feb

Tre residenze in Alto Adige

Molto vicine all’abbazia di Novacella, complesso monastico le cui origini risalgono alla metà del XII sec., sorgono tre abitazioni realizzate in legno in soli 4 mesi.

residenze a novacella

Grazie alla particolare attenzione progettuale che ha disposto i volumi secondo differenti direzioni su un lotto lungo e dalla forma discontinua, gli edifici rispondono alle precise richieste dei committenti, ovvero spazi outdoor e privacy, apertura verso il paesaggio circostante e protezione dagli sguardi esterni.

residenze a novacella

Le case hanno una pianta rettangolare – ciascuna possiede una disposizione planimetrica specifica per soddisfare le esigenze delle famiglie che qui abitano – e si adattano alla crescente profondità del sito formando varie superfici verdi.

Grandi vetrate si aprono sui filari di meleti che si succedono a perdita d’occhio verso sud, favorendo una forte interazione tra esterno e interno; a nord le abitazioni sono più chiuse a protezione della vita privata.

Al fine di rispettare il complesso storico medioevale, sono state analizzate anche le strutture dei tetti degli immobili circostanti e studiate quindi molteplici soluzioni per le tre case che, riprendendo la tradizionale copertura a doppia falda, presentano colmi orizzontali con diversi orientamenti; grazie a questa rotazione dei colmi rispetto agli assi principali degli edifici, le linee di gronda risultano inclinate.

Come si nota dalla foto panoramica, le tre abitazioni in primo piano (qui ancora in costruzione) dialogano con i volumi della storica abbazia, che ha influenzato tutte le costruzioni realizzate successivamente ad essa.

Verso l’abbazia i tre fabbricati formano un insieme dal disegno semplice e regolare. Su una fondazione interrata in calcestruzzo la struttura fuori terra delle case, realizzata da LignoAlp, è a telaio, coibentata con fibra di legno e rivestita con listelli verticali di abete rosso dalla larghezza variabile che sono stati posati a giunto aperto su una facciata ventilata;

residenze a Novacella

il colore grigio delle doghe è frutto di un’accurata analisi dell’ambiente costruito e del contesto paesaggistico. I solai interpiano sono realizzati con il sistema Brettstapel lasciato a vista, composto da lamelle in legno accostate e collegate meccanicamente.

residenze a novacella

Nella zona giorno si vede la caratteristica delle lamelle di legno accostate e collegate meccanicamente del solaio Brettstapel

Le coperture inclinate sono organizzate secondo un sistema a travi e travetti visibili dall’interno. (…)

⇒ il progetto completo è pubblicato sul numero 30 di legnoarchitettura

foto | Jürgen Eheim