legnoarchitettura – il modo migliore per conoscere l'architettura in legno

EX OF IN HOUSE

Rhinebeck, NY (USA)
22
Giu

Residenza per un artista negli USA

A partire da giugno 2014 l’architetto Steven Holl e i suoi collaboratori hanno sviluppato un progetto di ricerca, Explorations of “IN”, il cui obiettivo è indagare ciò che è possibile creare in architettura, avendo come obiettivo la funzionalità energetica e spaziale interna strettamente connessa all’ecologia del luogo. È questo un nuovo modo di intendere lo spazio che mette in discussione i luoghi comuni del linguaggio architettonico, correlando disegni esplorativi e modelli di studio al fine di ottenere combinazioni geometriche ibride, quale ad esempio un tesseratto, un ipercubo quadrimensionale con 16 vertici, 32 spigoli, 24 facce quadrate e 8 facce tridimensionali cubiche inserito all’interno di una sfera a sua volta inglobata in un cubo.

Il risultato di questa ricerca è una casa per un artista, Ex of In House, sita su un lotto, fissato come paesaggio topologico sperimentale all’interno di un’area di 28 acri. La geometria dell’abitazione, che si pone come una vera e propria alternativa alle case moderniste suburbane “distese (invece) nel paesaggio”, nasce da spazi sferici che intersecano trapezoidi tesseratti catalizzando la volumetria interna. Queste intersezioni di volumi si percepiscono già all’entrata della dimora, dove un globo di legno scavato all’angolo dell’edificio dà il benvenuto a chi entra, rivelando sovrapposizioni spaziali dinamiche che si liberano verso l’alto e che distribuiscono le funzioni della casa in verticale.

Attorno al volume del soggiorno a tutta altezza si dispongono infatti la cucina e un bagno, mentre al piano superiore trova posto l’area aperta, ma al contempo più intima, della zona notte; pur non essendoci delle vere e proprie camere da letto, nella casa possono dormire cinque persone, di cui una ospitata sopra la sfera dell’ingresso.

Anche i prospetti sono un compendio bidimensionale delle intersezioni spaziali e volumetriche dell’interno: tagli sferici sulle facciate danno vita ad ampie finestre circolari che portano la natura esterna all’interno della dimora, realizzata con struttura a telaio in legno. Grazie alle grandi vetrate la luce naturale inonda completamente le superfici della casa e l’irraggiamento solare in inverno coadiuva a riscaldare la casa.

foto | ©Paul Warchol

⇒ il progetto completo è pubblicato sul numero 30 di legnoarchitettura