legnoarchitettura – architettura e tecnologia per le costruzioni in legno

CASA ND

Trento (TN)
1
Dic

Legno di città

 

In prossimità del Castello del Buonconsiglio, sopra alle antiche cave di pietra rossa di Trento, è stata costruita una casa unifamiliare a seguito della demolizione e ricostruzione di un fabbricato in stato di abbandono. Obiettivo del progetto è stata la realizzazione di un edificio di alta qualità, conseguito utilizzando il linguaggio dell’architettura contemporanea dal punto di vista formale, cercando un dialogo col contesto in una prospettiva paesaggistica e puntando al risparmio energetico in un’ottica di sostenibilità.
La presenza dei muri in sassi che delimitano sia l’edificio a monte sia l’area di progetto e che proseguono, con dislivelli, anche a valle, tengono insieme questo comparto edilizio in una salda piattaforma da cui emergono, puntuali, i volumi dei singoli edifici. Questa sequenza di corpi compatti e monolitici continua altresì sull’alto crinale della parete rocciosa, dove la successione e la conformazione dei fabbricati storici hanno influenzato il carattere solido e unitario della casa, così come le nuance del castello e della roccia ne hanno definito il colore naturale tipo calce.
L’abitazione si sviluppa su tre livelli; il piano terra che, a contatto con il piazzale d’ingresso e definito come basamento attraverso l’uso di un timbro scuro, si presenta come elemento ermetico, soddisfacendo anche l’esigenza di sicurezza degli abitanti della casa; il primo piano, adibito a zona giorno, che si apre su un piccolo giardino, ricavato realizzando un terrapieno a sud, e l’ultimo livello che accoglie la zona notte. Il tetto è piano e trattato in parte a verde estensivo e in parte a pavimentazione per esterno, così da permetterne l’uso come grande terrazza. L’angolo a sud ovest dell’edificio è stato smussato sia per ridurre la percezione del volume e creare degli scorci prospettici, sia per ricavare una nuova facciata esposta a mezzogiorno e ponente e orientata verso la città. Le grandi aperture sfondate in nicchia hanno permesso di scavare il volume compatto e al contempo di aumentare la superficie interna a contatto con il paesaggio circostante. L’uso di un colore diverso, più scuro, per questi incavi accentua la loro profondità rimarcandone l’ombra naturale.

foto | ©Gustav Willeit

⇒ il progetto completo è pubblicato sul numero 46 di legnoarchitettura