BÂTIMENT B

Nantes (F)
16
Lug

Un polo per il legno nella Loira

Situato nel quartiere storico dell’île de Nantes, il Bâtiment B (dove B sta per “bois”, cioè “legno”), è stato progettato come un edificio bioclimatico a basso consumo che, grazie alla sua compattezza – e nonostante la necessità di un alto numero di aperture vetrate – permette di rimanere sotto i 50 kWh/m2 anno di consumo energetico per il riscaldamento, rientrando così nello standard BBC (Bâtiment Basse Consommation énergétique) per gli uffici.

L’edificio sorge su un piccolo lotto triangolare e si sviluppa radialmente a partire dallo spazio centrale a forma di goccia che al piano terra ospita la sala conferenze. Attorno a essa si articola una galleria a doppia altezza per esposizioni permanenti o temporanee mentre, ai piani superiori, sono sistemati gli uffici delle varie organizzazioni della filiera del legno che hanno commissionato il Bâtiment B. Questi, serviti dalle gallerie aperte sull’atrio che li collegano spazialmente e visivamente, sono partizionati modularmente sulla base della struttura portante radiale.

Sopra la sala conferenze al piano terra si apre un grande atrio su tre piani chiuso da una copertura trasparente che consente l’illuminazione e la ventilazione naturale dell’ambiente tramite aperture operabili in sommità.
La copertura piana calpestabile ha un pavimento in legno, accessibile al pubblico dall’ascensore o dalle scale, e offre un vero e proprio belvedere sul quartiere e sulla città.

Visto lo scopo dell’edificio (mettere in luce le potenzialità del materiale e della filiera del legno locale oltre a ospitare gli uffici delle relative associazioni) il progetto garantisce visibilità al sistema costruttivo mettendo in risalto la struttura a travi e pilastri e utilizzando il legno, interamente di origine locale (non trattato), anche per il rivestimento delle facciate e il sistema di schermatura esterno a lamelle. Quest’ultimo contribuisce al miglioramento del comfort visivo degli occupanti, consentendo di sfruttare al massimo l’illuminazione naturale, e limita gli apporti diretti relativi all’irraggiamento solare.

foto | Philippe Ruault

⇒ il progetto completo è pubblicato sul numero 14 di legnoarchitettura

Lascia un commento