legnoarchitettura – il modo migliore per conoscere l'architettura in legno

Casa sul lago

Neufeldersee (A)
Casa sul lago Neufeldersee
14
Apr

Vacanze sul lago

Il Neufeldersee è un piccolo lago a circa 30 minuti da Vienna, tra la zona del Leithagebirge e l’altipiano dell’Hohe Wand. È un luogo ideale per il relax estivo o durante il fine settimana.
Qui, il giovane architetto viennese Maximilian Eisenköck ha progettato una casa vacanze per tre fratelli che sembra un edificio singolo ma in realtà contiene 3 unità abitative con accesso unico ma entrate separate.

Casa sul lago Neufeldersee

L’edificio si trova proprio sulla sponda del lago e si apre verso questo con una corte centrale su cui affacciano i tre appartamenti, uno spazio comune all’aperto che lascia spaziare la vista e ammirare il tramonto la sera. Il legno è stato scelto fin dall’inizio perché, con un altro materiale da costruzione, questa geometria e alcune soluzioni minimaliste non si sarebbero potute realizzare senza ponti termici. Il processo costruttivo ha previsto la prefabbricazione di alcuni elementi in una carpenteria locale e quindi il loro montaggio in loco su fondazioni in c.a. Le facciate di ispirazione giapponese, così caratteristiche per rivestimento e colore, sono state realizzate con pannellature nere di legno Okumé africano, racchiuse da cornici che danno modularità e ritmo ai prospetti.

Casa sul lago Neufeldersee

Verso il cortile interno e il lago le pareti hanno ampie vetrate a tutta altezza, scorrevoli su triplo binario al piano terra; sono collocate soprattutto a nord e a est, mentre l’unica grande superficie vetrata rivolta a sud si trova nella zona d’ombra creata dalla casa stessa. Si è così garantita luce naturale e protezione dal soleggiamento senza rinunciare a un’ampia vista.

Casa sul lago Neufeldersee
L’astrazione dei prospetti a pannelli, che ricordano quasi un dipinto di Mondrian ma monocromatico, è sottolineata dalla smaterializzazione dei solai e della copertura.

Casa sul lago Neufeldersee

La rastremazione del solaio verso le vetrate e il prolungamento in altezza di queste ultime fino a raggiungere il bordo superiore dell’edificio, così come il ridotto spessore dei montanti dei serramenti, collocati a filo del rivestimento, contribuiscono a un aspetto minimalista ma ricercato che rivela l’attenzione ai dettagli del progettista e l’abilità delle ditte che li hanno realizzati.

Foto: Maximilian Eisenköck

⇒ il progetto completo è pubblicato sul numero 24 di legnoarchitettura

1 Commento

Lascia un commento