OFFERTA LIMITATA

vai al carrello

Julius Natterer

Ingegnere e professore emerito presso l’EPFL di Losanna, è un nome noto per chi si occupa di costruzioni in legno. Oltre ad aver diretto l’Istituto IBOIS dello stesso ateneo, dal 1978 al 2004, è stato - di fatto - un vero e proprio pioniere per tutto ciò che riguarda le innovazioni nel mondo del legno, grazie a numerosi progetti, consulenze, conferenze e pubblicazioni di cui è stato autore. Nell’intervista in uscita con il numero di ottobre di legnoarchitettura abbiamo posto qualche domanda al professore, per capire da dove è partito e dove pensa che può arrivare il legno come materiale da costruzione.

Reiulf Ramstad

Norvegese di nascita ma con formazione italiana (si è laureato infatti alla Facoltà di Architettura di Architettura dell’Università di Genova), Reiulf Ramstad ha ricevuto numerosi riconoscimenti e premi internazionali per la sua attività progettuale e di design, segnalandosi come uno dei più interessanti architetti nordici emergenti già all’epoca dell’intervista, nel 2011. Vincitore di diversi concorsi, le sue opere si caratterizzano per la chiarezza della concezione e la vivibilità dell’architettura che si coniuga armoniosamente con il paesaggio.

Stefano Boeri

Il suo lavoro spazia dalle visioni urbane alla progettazione di architetture e di spazi aperti con una costante attenzione alle implicazioni geopoliche e ambientali dei fenomeni urbani e alla ricerca e alla pratica dell’architettura e dell’urbanistica. Stefano Boeri, coinvolto con il suo studio in alcuni progetti di ricostruzione post sisma nel centro Italia, ci racconta in un’intervista telefonica la sua esperienza progettuale in questi luoghi.

Coy Yiontis Architects

Fin dall’apertura del loro studio nel 1996 dopo la decennale esperienza europea, gli architetti australiani Rosa Coy e George Yiontis si sono impegnati nel realizzare architetture di qualità attraverso un approccio progettuale in continua evoluzione e sempre rispondente alle esigenze del committente. Vincitori di diversi premi in Europa prima e ora in Australia (AIA Awards nel 2003 e nel 2015), nei loro progetti utilizzano il legno sia con funzione strutturale che di rivestimento e finitura, scegliendolo in base alla provenienza, preferibilmente locale, e alla destinazione dell’edificio.

Helene Stangeland e Reinhard Kropf

Fondato nel 1996, lo studio norvegese è composto da uno staff giovane e di variegata provenienza impegnato in maniera creativa nello sviluppo di soluzioni sostenibili non solo dal punto di vista progettuale ma anche nella concezione e organizzazione del processo di progettazione, fabbricazione e costruzione. Siv Helene Stangeland e Reinhard Kropf, fondatori dello studio, spiegano come si siano innamorati del legno intervenendo su edifici lignei storici nel centro di Stavangen e come il suo utilizzo sia al centro della ricerca costantemente portata avanti per lo sviluppo di costruzioni innovative con questo materiale.

Mario Cucinella

Fondatore dello studio MCA Architects, Mario Cucinella è un architetto riconosciuto per il suo interesse verso i temi legati alla progettazione ambientale e alla sostenibilità in architettura. In questa intervista descrive il suo approccio verso il legno e le ragioni per cui lo ha utilizzato in diversi suoi lavori, a partire dal recupero di un edificio del Centro di ricerca di Ispra fino all’asilo di Guastalla e al progetto in corso per la Fondazione Città della Pace per i Bambini” in Basilicata con struttura in legno rivestita da pannelli di canapa e copertura di ombreggiamento in canne di bambù locale.